Alopecia : L’alopecia è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario per sbaglio attacca i follicoli, cioè le piccole strutture a forma di bulbo da cui crescono i capelli e i peli. Da qui ha origina la perdita dei capelli che può interessare non solo il cuoio capelluto ma anche qualsiasi parte del corpo.

L’alopecia colpisce sia uomini che donne e i primi sintomi sono delle piccole chiazze rotonde che possono via via estendersi fino a far scomparire del tutto i peli in alcune zone.

Alopecia malattia

L’origine della malattia resta ancora da scoprire ma diversi studi e ricerche hanno permesso di individuare quattro possibili fattori scatenanti:

  • genetico, spesso con trisomia del cromosoma 21;
  • immunologico, che manifesta una riduzione delle difese immunitarie;
  • nutrizionale, per carenza di proteine, vitamine o minerali dovuta a carenza alimentare;
  • psicologico, causato da eventi traumatici e stress.

Effetti psicologici

Gli effetti dell’alopecia sono soprattutto psicologici in quanto la condizione porta notevole disagio e imbarazzo sul paziente che manifesta il desiderio di non farsi vedere in pubblico e di isolarsi. Nella maggior parte dei casi l’alopecia si avvia verso una risoluzione spontanea nel giro di qualche mese ma in alcuni casi può anche progredire e portare alla caduta totale dei capelli e allargarsi a viso e corpo.

Alopecia cicatriziale e non cicatriziale

Le prime sono di natura prevalentemente genetica e possono manifestarsi sia in maniera isolata che con interessamento ad altri organi.

Fra le seconde le più comuni sono l’alopecia androgenetica che riguarda solo i capelli delle zone frontali e superiori del capo    l’alopecia areata, che si manifesta con chiazze glabre, l’alopecia areata totale, che si manifesta con la scomparsa dei capelli in tutto il capo, l’alopecia areata universale, che riguarda i peli di tutto il corpo. tra i rimedi il trattamento laser si è rivelato particolarmente efficace ma anche i trattamenti con l’alta frequenza sono in grado di stimolare l’attività dei bulbi piliferi.

Alopecia areata

L’alopecia areata consiste in una alterazione diffusa del cuoio capelluto che si manifesta con la comparsa di chiazze più o meno tondeggianti e di grandezza variabile.

La patologia colpisce in massima parte il cuoio capelluto ma può anche interessare altre parti del corpo. Le chiazze si presentano come vere e proprie chiazze glabre che possono interessare la barba, le unghie, le sopracciglia e altro.  Questa patologia cronica infiammatoria colpisce i bulbi piliferi facendo cadere i capelli in maniera repentina. La malattia prima si manifesta sul cuoio capelluto e solo dopo si estende ad altre zone del corpo.

Alopecia areata cura

Non vi sono cure definitive per l’alopecia areata ma esistono in ogni caso trattamenti farmacologici che possono arrestarne il decorso.

Ad esempio, il minoxidil è una molecola utilizzata per combattere l’alopecia quando è ancora nella prima fase e dà i suoi effetti a distanza di 6-7 mesi dalla somministrazione.

L’alternativa al minoxidil sono le terapie a base di creme e lozioni ad azione locale. Solitamente le lozioni sono a base di Fluocinonide ed il Clobetasolo, due sostanze che favoriscono la ricrescita dei capelli dopo un’applicazione prolungata. In caso di recidive utilizzare la Ciclopsorina per via intramuscolare, ma vi sono altre terapie come la fototerapia con raggi UVA associati associata a foto sensibilizzanti.

Cause alopecia areata

Le cause dell’alopecia areata sono in massima parte di natura ereditaria, ma diversi studi realizzati negli ultimi anni dimostrano però che anche lo stress ha un ruolo fondamentale nel manifestarsi della malattia.

E’ comunque attestato che i due fattori principali che la scatenano questa malattia siano il fattore genetico e il fattore stress, che mette in atto un processo in grado di sconvolgere l’equilibrio naturale.

L’alopecia areata disturbo si presenta in egual misura sia sugli uomini che sulle donne e in qualsiasi fascia di età, ma in genere i soggetti più predisposti sono color che hanno carenze alimentari e carenza di ferro.

alopecia

alopecia

Rimedi contro alopecia

Tricopigmentazione

consiste nel tatuare sul cuoio capelluto tanti puntini per dare l’illusione di un effetto rasato. Approfondisci la tricopigmentazione

Trapianto capelli

decisamente più invasivo di qualsiasi altra cura o rimedio, dà risultati sicuri fino al 90 % dei casi, approfondisci con il trapianto capelli

Alopecia da stress

L’alopecia da stress è un disturbo di cui soffrono sia donne che uomini: nelle donne si manifesta con il diradamento dei capelli soprattutto nella zona centrale che collega l’attaccatura frontale ai lati della testa, negli uomini appare più accentuata la stempiatura. Le principali cause dell’alopecia da stress sono interventi chirurgici, anemie, malattie, sbalzi di peso, menopausa, stress emotivo causato dalla perdita di una persona cara, uso di contraccettivi e problemi ormonali in gravidanza.

Una volta individuata la causa esatta dell’alopecia da stress si può seguire la terapia più adeguata ma nella maggior parte dei casi i capelli ricrescono. Tra le cure da seguire vi sono i trattamenti laser che stimolano l’attività follicolare e favoriscono il passaggio delle sostanze nutritive dai bulbi piliferi ai capelli, fortificandoli e arrestandone la caduta.

Alopecia femminile

L’alopecia femminile è una patologia che comporta la perdita di capelli in maniera diradata. I fattori scatenanti possono essere carenza di ferro, allattamento, menopausa, gravidanza, pillola contraccettiva oppure fattori ereditari. L

a sensazione lascia dall’alopecia femminile è quella di un profondo disagio: il soggetto, infatti, pian piano comincia a destabilizzarsi e a non avere più fiducia in stesso. Se diagnosticata in tempo l’alopecia femminile può essere sconfitta grazie a farmaci da somministrare per via topica (come minoxidil ed estrone solfato) e per via sistemica.

Anche l’assunzione di finasteride riduce i livelli degli ormoni androgeni a livello dei follicoli piliferi e porta ad un miglioramento progressivo dell’alopecia nelle donne almeno del 60-70%. I risultati sono visibili dopo 10-12 mesi di trattamento costante e continuativo.

Di recente è stato individuato un ormone estrogeno denominato il ” 17 alfa estradiolo “  che sta dando ottimi risultati per la guarigione dell’alopecia femminile.

Alopecia
5 (100%) 1 vote